Indice dei contenuti

    Link building: ha ancora senso farlo o no?

    Dipende.

    Iniziare una campagna di Link Building senza seguire una strategia può risultare una perdita di tempo o addirittura portare a penalizzazioni da parte di Google.  

    Prima di iniziare una campagna di Link Building è fondamentale pianificare una strategia ed accertarsi che i contenuti, la SEO On Page, il design e l’esperienza utente sul sito web siano impeccabili. Fare link building verso un sito web che presenta errori o contenuti mediocri può risultare davvero controproducente.


    7 metodi per fare Link Building in modo efficace

    In un interessante articolo di Juan González Villa su USEO

    troviamo 7 metodi per fare Link Building in modo efficace e sostenibile nel tempo.

    Tipi di link building

    1. Link building automatizzato
    2. PBN – Private Blog Network
    3. MBN – Money Blog Network
    4. Guest Blogging
    5. Basato su relazioni/networking
    6. Metodi sistematici
    7. Link Bating

    Prima di vedere nel dettaglio queste 7 metodologie, va precisato che, secondo Google, in un mondo ideale, nessuno dovrebbe fare link building.

    Concentrando tutta l’attenzione sulla produzione di contenuti di qualità, i link dovrebbero arrivare da soli come risultato del buon lavoro svolto.

    In realtà non è così semplice. È vero che se creiamo contenuti di alta qualità abbiamo più probabilità che questi vengano linkati da altri siti, ma è anche vero che spesso i competitor hanno più backlink di noi anche con contenuti mediocri perché sono stati più veloci a pubblicare un post su quell’argomento, oppure sono stati molto bravi nel far circolare il proprio contenuto, o hanno utilizzato tecniche di Black Hat SEO.

    Quindi il consiglio è quello di progettare e applicare una strategia di link building cercando di evitare alcuni elementi che sono mal visti da Google.

    Vediamo ora nello specifico quali possono essere le tecniche di Link Building esistenti. Per ognuno di questi metodi prenderemo in considerazione i pro, i contro e l’efficacia.


    1 – Link Building automatizzato

    Consiste nel creare un sistema automatizzato che vada a pubblicare un link al proprio contenuto in ogni blog, sito web o directory che consente di inserire un commento o segnalare una pagina.

    Si stratta di una metodologia border line, vicino allo spam.

    Efficacia: se fino a qualche anno fa poteva produrre buoni risultati, oggi, con gli aggiornamenti Penguin di Google, rischia di risultare inutile o addirittura penalizzante.

    Pro

    È molto veloce e non fa perdere tempo.

    Contro

    Il rischio di penalizzazione è altissimo.


    2 – PBN – Private Blog Network

    Il Link Building da reti di blog private o PBN (Private Blog Network) è una tecnica volta alla creazione di backlink tramite siti web apparentemente separati e indipendenti, che in realtà sono sotto il controllo di un solo individuo. In estrema sintesi è una rete di blog costruita con la finalità di manipolare il ranking.

    Quello del Private Blog Network è un metodo che va chiaramente contro le linee guida di Google. Ma, se fatto bene, non è facile da rilevare.

    Efficacia: per molto tempo ha rappresentato uno dei metodi più efficaci per posizionarsi soprattutto all’interno di nuove nicchie. Recentemente Google ha introdotto modifiche del proprio algoritmo mirate a colpire buona parte dei siti web che si posizionano con questo metodo.

    Pro

    Si ha pieno controllo sui contenuti, sull’anchor test, la velocità di creazione dei link e ogni altra componente.

    Contro

    Richiede molto tempo, tempo che potrebbe essere impiegato per implementare altre strategie SEO meno rischiose.


    3 – MBN – Money Blog Network

    Una variante del PBN è l’MBN (Money Blog Network) cioè una rete di blog creati appositamente con l’obiettivo di monetizzare. La metodologia è simile a quella del PBN, con la differenza che solitamente si tratta di siti super verticali costruiti intorno a una nicchia precisa e creati con la specifica intenzione di guadagnare attraverso affiliazioni, vendite di prodotti/infoprodotti, banner pubblicitari.

    Efficacia: teoricamente superiore a quella di un PBN, potrebbe essere utile per posizionarsi in nicchie di mercato non solo nuove, ma anche già mature.

    Pro

    Trattandosi di siti creati appositamente per monetizzare, il lavoro svolto produrrà vantaggi anche in termini di guadagno.

    Contro

    Il tempo richiesto è moltissimo.


    Domande Frequenti - FAQ - KAUKY Web Agency

    Domande frequenti

    È un metodo meno frequente del PBN e, per quanto ne sappiamo, Google non si è esplicitamente pronunciato al riguardo. In ogni caso, si tratta di una metodologia che potrebbe rientrare nella definizione di Schemi di Link deprecati da Google.

    Il consiglio, nel caso si decida di impegnarsi nel duro lavoro di creazione di un MBN, è quello di combinare questa tecnica con metodi di Link Building più White Hat (che presentano quindi meno rischio di penalizzazione) per ottenere anche backlink da siti web esterni alla rete.


    4 – Guest Blogging

    Si tratta di una metodologia classica e piuttosto diffusa che consiste nel visitare tutti i siti web che trattano tematiche strettamente correlate al proprio settore di business e lasciare commenti ai post con un link al proprio contenuto.

    È come usare i siti web di altri per creare una sorta di PBN. Una delle regole base da tenere in considerazione è che il collegamento deve provenire da una pagina pertinente, che tratta di argomenti correlati al proprio settore di business.

    Nel 2014 Google ha annunciato pubblicamente che questo tipo di guest post non aiutava le classifiche e che poteva anche portare a penalizzazioni.

    Efficacia: la verità è che all’interno di una nicchia molto specifica, se ben fatto, con contenuti di qualità e commenti appropriati, il guest posting continua ad avere una certa efficacia. Contribuisce inoltre ad ottenere maggior visibilità nel proprio settore di business e sviluppare eventuali contatti e relazioni.


    5 – Basato su relazioni / networking

    Questa metodologia consiste nella creazione di collegamenti basandosi sulla propria rete di relazioni e contatti.

    Il metodo consiste nell’individuare siti web che si collocano all’interno del proprio settore di business o in nicchie adiacenti/complementari e che non sono in concorrenza diretta. Contattare quindi questi domini che trattano di argomenti legati alla propria attività, presentarsi e proporre una collaborazione che può assumere le più svariate forme (es: sponsorizzare, collaborare all’organizzazione di eventi, sviluppare relazioni con influencer, partecipare attivamente ad un’associazione di settore… )

    Efficacia: abbastanza alta, a patto di non pretendere di ottenere risultati immediati (nella SEO i tempi sono sempre piuttosto dilatati).

    Pro

    Le relazioni sono alla base della SEO e di qualsiasi attività di vendita e marketing. Rappresentano il collegamento più naturale che si può ottenere.

    Contro

    Se la nicchia di mercato è molto competitiva il Link Building basato su relazioni di solito non basta e deve essere affiancato da altre strategie.


    6 – Metodi sistematici

    Si tratta di individuare all’interno del proprio settore di riferimento, siti web che presentano problemi che possono essere trasformati in link a favore del proprio sito. Ad esempio:

    Broken link building

    Consiste nell’analizzare i siti web del proprio settore di riferimento e individuare link esterni non funzionanti. Dopodiché segnalare questa problematica ai webmaster e proporre un contenuto pubblicato sul proprio sito web come pagina alternativa.

    Link claim

    In molti potrebbero aver menzionato la tua attività sul loro sito Web, ma senza inserire un link. Contattarli e chiedere di attivare un collegamento di solito porta ottimi risultati.


    Creazione di link di immagini

    Se disponi di immagine di tua proprietà, potrai effettuare ricerche per individuare coloro che eventualmente le stanno utilizzando senza aver inserito un link al tuo sito. Potrai contattarli e richiedere che venga inserito un collegamento.

    Elenco di risorse

    Creare una pagina contenente un elenco completo di link a ricorse di qualità nel tuo settore di business può portare vantaggi. Proporre una pagina dedicata al collegamento a contenuti di valore per una nicchia specifica di interesse può generare interessanti backlink.


    Commenti su blog e forum

    Stiamo parlando di commenti mirati, molto diversi da quelli automatizzati. In questo caso si andrà alla ricerca di contenuti pertinenti e rilevanti per il tema trattato e si selezioneranno con cura quelli su cui lasciare un commento e un link al proprio sito web.


    Efficacia dei metodi sistematici: abbastanza elevata. A seconda del metodo utilizzato e dello specifico settore di riferimento, si possono ottenere tassi di risposta positiva piuttosto alti.

    Pro

    Rappresenta uno dei metodi più white hat in circolazione. Il tempo richiesto per effettuare ricerche mirate, inviare mail o lasciare commenti è inferiore a quello necessario per l’applicazione di altre tecniche.

    Contro

    Le opportunità non sono illimitate quindi se ti trovi ad operare all’interno di un settore con alto livello di concorrenza, è molto probabile che qualche competitor abbia già adottato questa strategia. Per nicchie dove la competizione è meno agguerrita, può essere un’ottima tecnica.


    7 – Link Baiting

    La strategia di Link Baiting si basa sulla creazione di contenuti di altissima qualità e valore tanto da generare interesse e backlink da parte di altri siti di settore e di settori complementari.

    Strumenti come BuzzSumo, Content Explorer di Ahrefs o il modulo Topic Research di SEMrush consentono di trovare la pagina con il maggior numero di link nella tua nicchia, quindi lavorare per migliorala.

    I formati che più spesso attirano link sono le infografiche (solo se sono molto ben fatte e offrono dati interessanti e ben sintetizzati) e studi originali supportati da molti dati.

    In generale, qualsiasi contenuto che spicchi può essere utilizzato come esca per portare link in ingresso al proprio sito. Uniche condizioni, che si tratti di un contenuto davvero completo, di qualità superiore rispetto a quanto pubblicato finora e che abbia un aspetto chiaramente professionale.

    Fatto ciò il nostro contenuto sarà ideale per ricevere link, ma non potremo aspettare che arrivino da soli, dovremo sottoporre il contenuto a tutti coloro che riteniamo potrebbero essere interessati a linkarlo.

    Come facciamo a sapere chi contattare? Guardiamo quali sono i siti che linkano alle pagine che hanno ispirato i nostri contenuti. Con un buon strumento di analisi dei collegamenti come Ahrefs, sappiamo già da dove cominciare.


    Efficacia: se il contenuto da cui partiamo è davvero buono l’efficacia di questo metodo è maggiore rispetto a tutti gli altri. Se, al contrario, il contenuto è mediocre, perderai tempo e l’efficacia della campagna sarà bassa.

    Pro

    È perfettamente in linea con le linee guida fornite da Google.

    Contro

    Questa metodologia può funzionare bene per i blog, ma non tanto per un sito di e-commerce. Dal momento che quasi nessuno vuole collegarsi a una categoria o a una pagina di destinazione progettata per vendere un prodotto. È molto più facile convincere altri webmaster a collegarsi a una pagina con contenuto informativo, non destinata alla vendita.


    Strategie di Link Building (tabella riassuntiva)

    Strategie di Link Building

    Altre guide e riferimenti

    The Beginner’s Guide to Link Building di Moz

    Linee guida Google per i Webmaster

    The Correlation Between Authoritative Links and Ranking [SEO Study]


    Ti potrebbe interessare

    Introduzione alla SEO

    Ottimizzazione per i motori di ricerca: nozioni base

    SEO locale ed internazionale

    Approfondimenti sulla Search Engine Optimization

    SEO per eCommerce

    Approfondimenti su Keywords, parole chiave, query di ricerca

    SEO e Web Performance


    Vuoi saperne di più sul nostro servizio SEO per la Search Engine Optimization?

    Scopri tutto sull’importanza della SEO e sulle strategie per aumentare la visibilità del sito web aziendale sui motori di ricerca.

    Se ti interessa conoscerci meglio, scoprire come lavoriamo in KAUKY e come potremmo contribuire al progetto della tua azienda:

    Paola Rovati
    CoFounder di KAUKY - Digital Marketing

    Sii il primo a lasciare un commento.

    I tuoi commenti