Come i motori di ricerca vedono il web
Come i motori di ricerca vedono il web

Se vuoi fare in modo che il tuo sito web compaia sui motori di ricerca, continua a leggere. Ti spiegheremo:

  • come fanno i motori di ricerca a capire ciò che si trova all’interno di una pagina web
  • quali parti di una pagina web sono più rilevanti per i motori di ricerca
  • come rendere le tue pagine web più visibili per i motori di ricerca

 

– Google Digital Garage


Di seguito parleremo di come i motori di ricerca visualizzano le pagine web.

Parleremo di come i motori di ricerca capiscono quello che si trova in una pagina web, quali parti della pagina li aiutano nello specifico e come puoi rendere le tue pagine più visibili per i motori di ricerca.

 

Come fanno i motori di ricerca a capire ciò che si trova all’interno di una pagina web

Quando chiedi a un motore di ricerca di trovare qualcosa, questo scorre un enorme elenco di pagine già indicizzate, chiamato “indice”, e ne ricava dei risultati pertinenti in base a ciò che stai cercando.

Le pagine compaiono nell'”indice” solo dopo che il motore di ricerca ha determinato di cosa parlano. In questo modo, può collocarle proprio nel posto giusto in mezzo alle altre pagine e ritrovarle per la prossima ricerca relativa ai loro contenuti.

Sapendo “come” un motore di ricerca decide di cosa parla una pagina, puoi “ottimizzare” le tue pagine per far sì che compaiano nei risultati di ricerca delle persone che cercano siti web come il tuo.
Mettiamo che tu abbia un bar e che voglia promuoverlo con un sito web. Quando guardi la pagina di un sito, vedi le immagini, la descrizione del bar, i contatti etc.

Ma quando un motore di ricerca guarda quella stessa pagina, oltre a ciò che vedi tu, vede anche il codice che la compone, chiamato HTML.

Apposite parti di questo codice aiutano il motore di ricerca a capire di cosa parla la pagina web. E sapere quali sono queste parti può aiutarti a ottimizzare il tuo sito.

 

Quali parti di una pagina web sono più rilevanti per i motori di ricerca?

Innanzitutto, il titolo della pagina nel codice.

Il motore di ricerca vede il titolo racchiuso in un codice chiamato tag di titolo (tag title)

Molti siti web possono essere modificati usando strumenti che gestiscono la codifica HTML al tuo posto, chiamati sistemi di gestione dei contenuti, o CMS. Se utilizzi un CMS per apportare modifiche al tuo sito web, è probabile che ci sia anche un campo apposito per aggiungere questo titolo.
Puoi aiutare il motore di ricerca a indicizzare la tua pagina in modo corretto assicurandoti che il titolo descriva in maniera accurata i suoi contenuti. In questo modo apparirà nelle ricerche pertinenti.

La cosa successiva di cui occuparsi è il testo della pagina.

Pensa a chi vorresti che visitasse la tua pagina e quali parole potrebbe usare per descrivere i tuoi prodotti o servizi. Parla di caffè del commercio equo e solidale? Usa il termine “cappuccino” o “latte macchiato”? È probabile che queste siano anche le parole utilizzate nelle ricerche.

Prova a parlare la lingua dei tuoi clienti quando scrivi i contenuti: così ti assicurerai che trovino le tue pagine con le loro ricerche.

Parliamo infine delle immagini nelle pagine.

I motori di ricerca non potranno vedere le foto delle tue creazioni da acquolina in bocca come le vediamo noi – il che è un vero peccato. Quello che vedranno è il codice che le compone.

Per aiutare i motori di ricerca a identificare un’immagine, scegli un nome descrittivo.

Per esempio, immagine.jpg non è granché per un motore di ricerca. Sarebbe meglio qualcosa che descriva esattamente cosa compare nell’immagine, come mocaccino-ghiacciato-menta.jpg.

Puoi migliorarlo ancora aggiungendo un “testo alternativo” nel codice dell’immagine. Chiamato anche “tag ALT“, serve a descrivere l’immagine; è utile per chi utilizza browser web che non visualizzano le immagini, o per le persone con disabilità visive che usano software per ascoltare i contenuti delle pagine web.

In HTML, il tag ALT appare così:

img src=”https://www.esempio.it/mocaccino​-ghiacciato-menta.jpg” alt=”Mocaccino ghiacciato alla menta”

Anche in questo caso, se utilizzi un sistema di gestione dei contenuti per aggiornare il tuo sito web è probabile che ci sia un campo apposito per aggiungere il tag ALT.


Riassumendo

Quindi, ricapitolando: usa titoli descrittivi e inconfondibili per ciascuna pagina del tuo sito. Scrivi per i clienti, ma ricorda di inserire parole e frasi importanti che aiutino il motore di ricerca a capire di cosa parlano le tue pagine. E non dimenticare di dare ai file immagine nomi descrittivi e di aggiungere un testo alternativo.

Se applicati tutti insieme, questi suggerimenti possono aiutare i motori di ricerca a capire le tue pagine e a presentarle alle persone che più contano, cioè i tuoi potenziali clienti.


This post has been taken from the video lessons freely available on Google Digital Garage. Digital Garage by Google offers a range of Digital Skills tutorials, is a free service that helps you increase your knowledge of all things digital, from websites and tracking to online marketing and beyond. You can find a range of subjects, designed to help you grow your digital knowledge from Social Media to Search Engines.


 

Hai in mente un progetto per far crescere la tua attività e ti serve aiuto per poterlo realizzare?

In KAUKY.COM siamo una squadra di specialisti del web.
Progettiamo e sviluppiamo soluzioni digitali “creative” e “result-oriented”.
Lavoriamo con impegno e professionalità al fianco dei nostri clienti, per contribuire al successo dei loro progetti.

 

Contattaci per maggiori informazioni

Commenti

Scrivi il primo commento

Il tuo feedback