Indice dei contenuti
    Social Media Marketing e Vanity Metrics

    Vanity Metrics: sono sufficienti per determinare un’attività di Social Media Marketing?

    Commenti come “la mia pagina ha solo 300 followers? Pochi!”, “questo post ha ottenuto solo 5 like. Come mai?” sono all’ordine del giorno per chi si occupa di consulenza in ambito Social.

    Tante sono ancora le aziende che valutano i risultati dell’attività solo misurando le cosiddette “vanity metrics”, senza considerare altri elementi che possono determinare il successo del Social Media Marketing.

    Cosa sono le Vanity Metrics o Metriche di Vanità?

    Partiamo innanzitutto con una definizione, cosa sono le cosiddette “metriche di vanità”?

    Sono tutte quelle informazioni e quei dati relativi a una pagina o a un account social che soddisfano l’ego, ma che sono poco influenti per analizzare il successo in termini di business. Mi riferisco a numero di followers, like, commenti.

    Non a caso, proprio per evitare “competizioni” tra account, Instagram ha di recente oscurato il numero dei like ai post.

    Ma se non è utile servirsi di queste metriche, come si può misurare il successo di un’attività sui Social?

    Come misurare il successo di un’attività sui Social

    Partendo da alcune semplici domande, ad esempio: “Quanti follower hanno convertito sul sito eCommerce?”, “Quanti utenti si sono iscritti alla Newsletter?”, “Quanti nuovi clienti sono entrati nel tuo punto vendita?”.

    Ciò significa passare da metriche di vanità a metriche di valore, che si costruiscono nel lungo periodo con una strategia coerente agli obiettivi di business e costante nel tempo.

    Il primo passo, infatti, per avere successo sui Social Media, è proprio quello di identificare quali obiettivi di business voglio raggiungere con quest’attività e tradurli in obiettivi di comunicazione misurabili.

    Puoi chiederti: “Perché vuoi aprire una pagina Facebook o un account Instagram?”. Se la risposta è “Perché lo fanno tutti i miei concorrenti”, posso già dirti che si rischia di andare incontro ad un fallimento.

    Alcuni obiettivi più validi possono essere ad esempio: aumentare la notorietà del brand, creare una community, fare customer care, acquisire clienti.

    Quali sono gli obiettivi che si intende raggiungere con l’attività di SMM richiede un’attenta riflessione che aiuta sicuramente l’attività del Social Media Manager nell’ideare la strategia più coerente, scegliendo i
    canali più adeguati e gli indicatori che possono misurare efficacemente i risultati, i cosiddetti KPI.

    Se l’Amplification Rate, ossia il numero di condivisioni di un post, può rappresentare un successo per un’azienda che sta cercando di migliorare la propria awareness, il Conversion Rate, ossia le conversioni sul sito generate dai social, possono esserlo per un’azienda che sta cercando di aumentare le vendite on-line.

    Per questo le attività sui Social Media devono andare oltre la semplice presenza dell’azienda in Rete e partecipare ad un progetto di Digital Marketing comprensivo di più canali che concorrono tutti al successo e
    al raggiungimento degli obiettivi di business.


    Alice Fracassi

    Sii il primo a lasciare un commento.

    I tuoi commenti